QUEL CHE RESTA


Sto leggendo l’Antologia di Spoon River. Piano, a piccole dosi.
E mi rimane appiccicata addosso la dolorosa sensazione che quando non ci sarò più di me resteranno solo il rancore, i rimpianti, l’invidia e il vuoto di tutte le mancanze di una vita.
Che ci son cose che già adesso non han rimedio.
Mentre io non desidero altro che pace.
O forse è solo sbagliato l’approccio.

,

  1. #1 di AmicaB il 17 Febbraio 2011 - 02:09

    «È in gamba, sai, legge Edgar Lee Masters…»
    Francesco Guccini, Canzone per Piero

    • #2 di Cristina il 17 Febbraio 2011 - 15:18

      Io dico sempre non voglio capire, ma è come un vizio sottile e più penso più mi ritrovo questo vuoto immenso e per rimedio soltanto il dormire.
      E poi ogni giorno mi torno a svegliare e resto incredulo, non vorrei alzarmi, ma vivo ancora e son lì ad aspettarmi le mie domande, il mio niente, il mio male…

  2. #3 di AmicaB il 18 Febbraio 2011 - 17:42

    Vedi!?

(non verrà pubblicata)